Marsos

Birra per passione

Nel 2010 si comincia a fare pratica in casa, come in gioco.
Due anni bastano, e si arriva a brassare: un gioco però che si trasforma sempre più in un lavoro. Da qui l'idea di produrre le bollicine. Inizia il viaggio per l'Europa alla scoperta dei vari stili birrai. Da lì si prende coraffio e ci lanciamo con l'avventura di Marsos Birra.

La storia di una grande avventura

Orgoglio Marsicano

2015: Come palestra, prende vita il locale Gusto Bistrò, in pieno centro ad Avezzano, la cui cucina diventa ben presto laboratorio preferito per trovare il tono di voce alla birra, tra risate e dubbi.

2016: Nasce ufficialmente Marsos Birra ad Avezzano, capoluogo della Marsica. Tre varietà si fanno spazio e danno voce ad una passione ... Una bionda da 7*, che non lascia spazio a dubbi di interpretazione: color oro chiaro al naso è potente, fruttata e fresca. Una Biondina che con i suoi 4,5* diventa perfetta per qualsiasi tipo di pasto. E a sugello una Rossa, da 6*, che fa sentire perfettamente l'odore del luppolo. La definiamo la Birra dalle occasioni speciali.

Oggi: Marsos Birra viene vendita in tutta Italia. Siamo usciti dalla nostra regione per cercare di diventare attenti ascoltatori dei giudizi altrui. Tutte le birre prodotte vengono sottoposte ad analisi sensoriali da parte di assaggiatori esterni. Altro obiettivo di Marsos Birra è lo studio dei diversi step legati al processo di fermentazione, con l'obiettivo di individuare ceppi autoctoni di lieviti allo scopo di avere birre ancora più originali.

Il territorio

La Marsica è una regione storico-geografica dell’entroterra abruzzese, in provincia dell’Aquila, storicamente da considerarsi come la zona abitata in epoca antica dai Marsi, popolo italico stanziato dal I millennio a.C. nel territorio circostante il lago Fucino.

Avezzano, capoluogo Marsicano, distesa dul bordo nord-occidentale della conca del Fucino, è dominata a nord dal Monte Velino, confinando con il Colle di Albe, e a ovest dal Monte Salviano, oltre il quale ai margini dei piani Palentini sorge la frazione di Cese dei Marsi. A est del territorio comunale la località di Paterno segna il confine con Celano, mentre a sud ricade in una porzione della piana fucense.

Il lago del Fucino

Tra il 1855 e il 1876 Alessandro Torlonia fece prosciugare definitivamente il lago Fucino che era il terzo bacino lacustre in Italia, dopo il Garda e il Maggiore. Fu ripreso il progetto di 18 secoli prima e attraverso il restauro e l’ampliamento dell’incile, dell’emissario ipogeo e dei cunicoli di Claudio l’alveo fucense divenne una pianura agricola di oltre 16.000 ettari.

Ed è proprio qui, tra le montagne nel cuore dell’Abruzzo, che nasce Marsos Birra